Il 21 settembre è iniziato il percorso dei Living Lab del progetto RETIC, organizzato da Sardegna Ricerche.
Dopo due tavoli tecnici realizzati a luglio, otto settimane dedicate alla formazione, e accompagnate da 3000 € da destinare alle attività di prototipazione della propria idea imprenditoriale.

Il 21 settembre, presso la Manifattura Tabacchi di Cagliari, ha preso avvio il percorso di Living Lab, dedicato a chi sta sviluppando progetti innovativi negli ambiti “energia” e “nautica e turismo”.

Il percorso è organizzato da Sardegna Ricerche, con il supporto di Apply Consulting e Open Campus, nell’ambito di RETIC, un progetto finanziato dal programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, che propone di mettere in rete strutture che operano nei confronti di aspiranti imprenditori e start up innovative.

Il living lab è un percorso di affiancamento e supporto, della durata di 8 settimane, durante il quale i partecipanti ricevono gli strumenti necessari a consolidare la propria idea di business e a definire un’efficace strategia di ingresso sul mercato. Il percorso si struttura in 8 giornate in aula di carattere formativo e 4 workshop di approfondimento su temi specifici, attività di networking e mentoring one to one dedicate a ciascun gruppo; accanto alle attività di affiancamento e formazione, è previsto un voucher di 3000 euro a rimborso delle spese sostenute per affrontare il processo di validazione.

Sono 8 le proposte ammesse a partecipare al Living Lab, tra queste anche il primo classificato all’hackathon “Go Green Hack” (realizzato il 13-14 luglio): SUN2CAR, una piattaforma di supporto alla mobilità elettrica per l’erogazione di ricariche 100% rinnovabili, attraverso una rete di punti di ricarica da impianti fotovoltaici domestici. Le altre proposte riguardano soluzioni per nuovi servizi balneari o per diportisti, integrazioni tra marine e attività commerciali con applicazioni per turisti, incluse soluzioni specifiche per il settore extra-alberghiero; soluzioni innovative per il riuso e il riciclo di materiali da raccolta differenziata, e l’integrazione tra nautica e energie rinnovabili nello studio di un nuovo modello di natante. Soltanto due degli otto team selezionati hanno una leadership femminile.

I lavori proseguiranno sino al 9 novembre e i risultati verranno resi pubblici durante un incontro conclusivo che si terrà a novembre, negli spazi della Manifattura Tabacchi.

Maggiori informazioni su www.sardegnaricerche.it

X